Provence

Le nostre regioni francesi

Storia

La Provenza, provincia, è un’ex provincia e grande governo della Francia sud-orientale, tra il Delfinato a nord, l’Italia a est, il Mediterraneo a sud, la Linguadoca a ovest e il Comtat-Venaissin a nord -Dov’è. È irrigato dal Rodano, dalla Durance, dal Var, ecc. Clima mediterraneo; vento forte chiamato maestrale.
La sua capitale era Aix (Aix-en-Provence), ed era divisa in Haute-Provence, a nord, e Basse-Provence, a sud. L’Alta Provenza è montuosa e poco fertile; La Bassa Provenza gode di una temperatura calda e produce gelsi, la cui coltivazione vi fu introdotta sotto Carlo VII, melograni, fichi, capperi, mandorle, aranci e ulivi, che danno un olio molto famoso.

Durante la rivoluzione, ha formato i dipartimenti di Bouches-du-Rhône, Var, Alpes-de-Haute-Provence e parte dei dipartimenti di Vaucluse e Alpes-Maritimes. Il nome della Provenza è ora unito a quello delle Alpi e della Costa Azzurra per formare una regione amministrativa francese (PACA).

La Provenza aveva la sua lingua particolare, la lingua provenzale, che appartiene alla famiglia delle lingue oc, e che fu la prima a svilupparsi tra le lingue romanze, e in cui i trovatori componevano le loro poesie.

Sappiamo che il nome di Provenza deriva da quello della provincia romana fondata in Gallia alla fine del II secolo a.C. D.C. e successivamente chiamata Narbonnaise. Ma la Provenza non ha mai avuto un territorio abbastanza piccolo e comprendeva solo la parte della Narbonnaise situata ad est del Rodano. Inoltre, i suoi limiti settentrionale e orientale variavano molto fino al XIX secolo. Successivamente inclusi nel regno di Provenza, poi nel regno di Arles o di Borgogna, i paesi che ci occupano fluttuarono a lungo tra le più diverse dominazioni, quando in mezzo alla frammentazione feudale si formarono, una in A sud, l’altro a nord della Durance, la contea e il marchesato di Provenza. Quest’ultima passerà, almeno in parte, nel 1218, sotto la dominazione papale e vi rimarrà fino al 1791. Quanto alla contea, governata dapprima da principi indigeni, sotto la sovranità più o meno nominale degli imperatori, poi sottomessa ai conti di Barcellona, infine devoluto ai principi di prima e seconda casa d’Angiò, fu unito, nel 1481, al dominio dei re di Francia.



Un paese gourmet …

Le influenze mediterranee e italiane sono importanti nella gastronomia provenzale. Paese delle olive, delle erbe della gariga e del vino rosato, la cucina provenzale è come la regione: calda, generosa, canta. Il melone di Cavaillon, i limoni di Mentone, le olive di Nyons, la mela di Risoul si mescolano al riso selvatico della Camargue, al pesce di scoglio delle insenature o al miele di lavanda.

0
    0
    Votre panier
    Votre panier est videRetour boutique